Rendita Catastale

La Rendita Catastale ha lo scopo di dare un valore ai beni immobili da utilizzare come base per il calcolo dei tributi comunali, municipali, ipotecari e catastali, quali per esempio l’IMU e la Tasi.

NOTE

Per conoscere la Rendita Catastale è necessario fornire il comune in cui è situato il bene immobile, il foglio, la particella e l’eventuale subalterno se necessario. E’ necessario specificare la tipologia del bene, a scelta tra fabbricato o terreno.

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

La rendita catastale rappresenta il valore attribuito al bene immobile, in funzione di formule d’estimo, che prendono in esame la categoria catastale, la classe, la superficie occupata, il numero di vani (o della superficie, espressa in metri quadrati, se indicata), la zona censuaria (classificata in base alla stima degli immobili presenti in una porzione di territorio) e un coefficiente attribuito secondo la normativa vigente. La categoria catastale identifica l’utilizzo o la natura dell’immobile, e viene indicata accoppiando una lettera e un numero. La lettera della categoria catastale indica se l’unità immobiliare è un’abitazione o simili (A), o un edificio a carattere comunitario/sociale ad utilità collettiva (B), o se è un’attività produttiva (C), o un’attività tipo alberghi, ospedali, impianti sportivi, etc (D), o a destinazione particolare, tipo stazioni, ponti, semafori,ecc (E), oppure entità urbane (F). Il numero invece indica la tipologia (sottogruppo, per distinguere ad esempio le abitazioni di lusso dalle abitazioni popolari). La classe catastale invece, espressa con un numero puro, indica la qualità delle rifiniture, dotazione dei servizi, elementi architettonici di valore, posizione geografica, qualità della zona, patrimonio artistico e ornamenti di pregio. Maggiore è la classe e minore sarà la qualità dell’immobile. La rendita catastale è attribuita ai fabbricati, ma anche ai terreni, ai fabbricati rurali, e agli annessi rurali con denominazione reddito erariale.

La rendita catastale è indicata sulla visura catastale rilasciata dall’Agenzia delle entrate (Ex Agenzia del Territorio). La richiesta può essere fatta conoscendo gli identificativi catastali (comune, foglio, particella ed eventuale subalterno) ed avendone diritto. La richiesta può essere fatta dal proprietario dell’immobile o da terzi previa delega esplicita firmata dal proprietario.

Call Me