Saldo Diritti CCIAA online

Il Saldo Diritti CCIAA è un servizio che fornisce l’elenco dei diritti camerali pagati o non pagati di un’azienda nei confronti della Camera di Commercio.

NOTE

Ottenere l’estratto conto dei diritti camerali online è possibile con la richiesta del servizio Saldo Diritti CCIAA online. Selezionare la natura giuridica dell’azienda che si desidera cercare, tra le possibilità previste sono impresa individuale, la società di capitali e la società di persone. Per il Saldo Diritti CCIAA online estratto per una ditta individuale sono richiesti anche il nome, cognome, codice fiscale, provincia e comune.

Per il Saldo Diritti CCIAA online estratto per una società di capitale o una società di persone sono richiesti la ragione sociale, la partita IVA e il codice fiscale. Contestualmente è possibile anche richiedere la Visura Camerale per conoscere tutti i dettagli depositati presso la Camera di Commercio relativamente alla’azienda ricercata.

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

I Diritti CCIAA sono tributi annuali dovuti alla Camera di Commercio da parte di ogni azienda iscritta regolarmente al Registro delle Imprese (che mantiene l’anagrafica di tutte le imprese sul territorio italiano o che ne abbiano i diritti) e al Registro Economico Amministrativo (siglato come REA è un’estensione del profilo di ogni azienda fornendo informazioni aggiuntive).

La visura dell’estratto conto dei diritti camerale provvede a fornire l’elenco dei tributi, calcolati in base alla natura giuridica dell’azienda e dal fatturato, con i riferimenti dei protocolli e delle date, e i relativi versamenti, specificandone il metodo (presso lo sportello o con modello F24), la data, l’importo e la causale del diritto (esempio per iscrizione). Eventuali ritardi di pagamento dei diritti camerali o mancati pagamenti degli stessi oltre i termini previsti dalla legge, sono soggetti a sanzioni amministrative tributaria, che prevede l’applicazione di interessi di mora e una somma relativa alla sanzione, oltreché all’avvio della procedura di ravvedimento operoso diritto camerale, per regolarizzare la posizione nei confronti della Camera del Commercio.

La quantificazione dei diritti camerali sono disciplinati dalla legge in vigore che nel corso degli anni ha subito modifiche e aggiornamenti. Nel 2014, sotto il Governo Renzi, è stato emesso il Decreto Riforma n. 90 (pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 24/06/2014) con il quale sono previsti riduzioni sulla quota annua da versare per i diritti camerali. Il versamento dell’importo richiesto può essere eseguito sia direttamente agli sportelli degli uffici della Camera di Commercio, sia tramite procedura online utilizzando il modello F24.

Call Me